Servizi per la popolazione detenuta e per il superamento dell'OPG

aggiornato al | Staff | PROGETTI DSM-DP

a cura di Federico Boaron, Direttore U.O. Psichiatria Forense (SSD) presso Azienda USL di Bologna

Nel DSM-DP della AUSL Bologna dal 2011 è stato avviato un progetto comprensivo finalizzato alla cura ed all'assistenza dei cittadini con disturbi mentali autori di reato in tutte le fasi del loro percorso giudiziario. Dal gennaio 2020 è stata creata una UO Psichiatria Forense, che si articola in diverse funzioni:

a. équipe psichiatrica operante all'interno della casa Circondariale della Dozza. Essa è oggi costituita da due medici full-time e due medici part-time, una psicologa ed una infermiera che operano in integrazione con il personale del Dipartimento Cure Primarie. Oltre alla tradizionale attività di consulenza, questa équipe è oggi in grado di garantire anche una presa in carico dei casi più complessi e la continuità di cura carcere-territorio per tutti i casi che debbano essere trasferiti in luoghi di cura intensiva o che vengano scarcerati e necessitino di follow-up sul territorio. Nel 2017 è stato inoltre aperto all'interno della Casa Circondariale l'Articolazione Tutela Salute Mentale "Girasole" nella sezione femminile, che ospita 5 posti letto per detenute che necessitano di un periodo di Osservazione Psichiatrica o dove vengono allocate le detenute con sopraggiunta infermità psichica durante la detenzione (art.148). In tale contesto, oltre all'equipe psichiatrica, vi è un personale dedicato ed appositamente formato costituito da infermieri e da una Tecnica della Riabilitazione Psichiatrica.

b. collaborazione con la Residenza a Trattamenti Intensivi Arcipelago che include posti letto prioritari per i pazienti detenuti o con misura alternativa alla detenzione che necessitano di cure intensive per disturbi psichiatrici in fase acuta o subacuta .

c. sviluppo di un'interfaccia che favorisca il dialogo fra le diverse Unità Operative del DSM-DP ed il mondo giudiziario, per garantire ai pazienti sottoposti a misure giudiziarie filiere di trattamento che tengano conto tanto degli specifici bisogni di cura quanto dei vincoli giuridici cui sono sottoposti.

d. Organizzazione per gli operatori del DSM-DP eventi formativi, supervisioni e consulenze sui percorsi di cura dei pazienti psichiatrico-forensi

e. Il "Budget di salute": si è manifestata inoltre l'esigenza di supportare sia nella fase di residenzialità ma soprattutto nella implementazione territoriale del progetto terapeutico individualizzato di detti pazienti l'utilizzo del "Budget di salute", come strumento per attuare appieno le potenzialità individuali. A tale proposito sembra utile ricordare come la sentenza della Corte Costituzionale n. 253 già nel 2003 abbia sancito la possibilità per il giudice di adottare, in luogo del ricovero in ospedale psichiatrico giudiziario (oggi della REMS), una diversa misura di sicurezza, idonea ad "assicurare adeguate cure all'infermo di mente e a far fronte alla sua pericolosità sociale" affermando la supremazia della cura sulla sorveglianza.

f. La REMS "Casa degli Svizzeri": dal 30 marzo 2015 è attiva la Residenza per la Esecuzione della Misura di Sicurezza "Casa degli Svizzeri", in via Terracini 31. Essa costituisce il luogo di cura previsto dalla legge 9/2012 e dalla legge 81/2014 per quei pazienti autori di reato che non possano utilizzare misure alternative e che precedentemente venivano internati in OPG. Si tratta di una struttura interamente sanitaria che accoglie fino a 14 pazienti in misura di sicurezza detentiva. Il trattamento è fortemente orientato alla riabilitazione, grazie anche a numerose attività interne (gruppi ad orientamento psicoterapeutico, social skill training, corsi di teatro, musica, scacchi, ortoterapia, pet therapy,...) ed esterne (corsi di formazione, tirocini, attività sportive, riabilitazione equestre). I percorsi di dimissione, che devono essere autorizzati dalla Magistratura, vengono sviluppati in stretta collaborazione coi CSM di riferimento di ogni paziente.

g. Nell'insieme si è sviluppato un sistema integrato in grado di fornire risposte adeguate ai bisogni dei pazienti psichiatrici autori di reato, in una filiera che va dalle strutture detentive con livelli di contenimento e sicurezza elevate (quale REMS e Carcere), passando per strutture a livello di sicurezza intermedio - basso (Arcipelago, RTR-E, RTP), fino alla misure alternative fruite al domicilio o in contesti di abitare supportato.



 

Marco Cavallo - simbolo della chiusura dei manicomi

La Terra Santa

...quando amavamo
ci facevano gli elettrochoc
perché, dicevano, un pazzo
non può amare nessuno...

Versi tratti da "La Terra Santa"
di Alda Merini
Una raccolta di poesie che l'autrice scrisse quando era rinchiusa nel manicomio Paolo  Pini, di Milano.

Scorciatoie

Sogni&Bisogni

Associazione Cercare Oltre

presso Istituzione Giancarlo Minguzzi
Via Sant'Isaia, 90
40123 Bologna
Codice Fiscale: 91345260375
email: redazione@sogniebisogni.it

Privacy&Cookies

Privacy Policy Cookie Policy