Progetto PARLA con Noi - comunità in connessione

aggiornato al | Staff | PROGETTI DSM-DP

a cura di Marco Chiappelli, Direttore ff (facente funzione) UOC Psicologia territoriale

Premessa: La situazione creata dall’emergenza COVID-19 ha caratteriste del tutto nuove, mai sperimentate prima, per l’intera popolazione. Per contrastare e contenere il più possibile il contagio sono state adottate dal governo delle misure straordinarie con successivi DPCM a partire dall’8 Marzo 2020. Queste misure hanno imposto grandi limitazioni ai contatti interpersonali, richiedendo alle persone di rimanere nei propri domicili, a volte da soli, determinando possibili disfunzionalità a livello relazionale, oltre a dover affrontare e gestire intense emozioni negative (ansia, paura, isolamento).
Al fine di sostenere, per chi lo richieda, i cittadini, gli utenti in carico ai Servizi di Salute Mentale e i loro familiari, gli Psicologi della U.O.C. Psicologia Territoriale del DSM-DP dell’Azienda USL di Bologna, insieme alla rete delle Associazioni del CUFO, hanno attivato insieme il progetto PARLA CON NOI - COMUNITA’ IN CONNESSIONE.
L’intento è stato quello di creare diversi canali di contatto per cittadini, utenti e familiari, attraverso un sistema di supporto telefonico con un numero dedicato, contatti attraverso il Sito Sogni e Bisogni e utilizzo di gruppi facebook gestiti dalla redazione. Il progetto ha coinvolto, oltre agli Psicologi e le Associazioni del CUFO, con il prezioso supporto del Sito S&B, tutto il DSM-DP e l’Università di Bologna.
Gruppo di progetto e coordinamento: Gabriella Gallo, Mirella Errante, Marie-Francoise Delatour, Federico Mascagni, ognuno con il suo specifico ruolo (Gallo e Errante hanno coordinano il gruppo psicologi e collegamenti con il DSM-DP dell’AUSL di Bologna, Marie-Francoise Delatour il gruppo dei familiari delle Associazioni che hanno dato disponibilità, Federico Mascagni il Sito Sogni e Bisogni e fb).
Il servizio, a cui hanno collaborato venti psicologi della UOC Psicologia Territoriale con in media 105 ore dedicate settimanalmente, è stato attivo dal 27/3 al 30/7/2020.

Modalità di accesso/contatto

La possibilità di contattare il servizio da parte del cittadino, dell’utente e dei familiari è avvenuto con differenti modalità:

1) Attraverso una linea telefonica con numero dedicato: 051.6597234
2) Attraverso l’indirizzo e-mail del Sito Sogni e Bisogni: tasto “contattaci” sul sito Sogniebisogni.it oppure invio diretto a info@sogniebisogni.it
3) Attraverso e-mail inviate da parte di colleghi del DSM-DP a g.gallo@ausl.bologna.it  per gli adulti e m.errante@ausl.bologna per situazioni riguardanti i minori.

Struttura organizzativa delle tre differenti modalità di accesso

1) Telefonate in arrivo al numero dedicato

Al numero dedicato 051.6597234 rispondeva uno psicologo della UOC di Psicologia Territoriale del DSM-DP dell’AUSL di Bologna. Lo psicologo compilava una scheda prestampata per registrare il contatto con vari dati utili.
Nell’ambito della consulenza, attraverso l’ANALISI DELLA DOMANDA, si individuava il bisogno emergente e la possibile risposta, in base a diversi target e diverse tipologie di percorsi. Se il chiamante era:
a) un cittadino: veniva attivata consulenza psicologica telefonica e/o psicoeducazione (effettuata sia dal gruppo degli psicologi coinvolti direttamente nel progetto, sia da altri colleghi psicologi dalle loro postazioni lavorative, impiegando ore rese libere dalla riduzione delle attività cliniche ordinarie);

b) un utente o un familiare con difficoltà rispetto all’isolamento, al “sovraffollamento” al domicilio, oppure che avvertiva una povertà relazionale dovuta alla condizione obbligata: attivazione della rete delle Associazioni del CUFO che si sono rese disponibili e che erano coordinate da Marie-Francoise Delatour;

c) un utente in carico con problemi di scompenso o necessità di consulenza per terapia farmacologica: invio al Programma Leggieri (Dott.ssa Annalinda Mosca e Specializzandi) o al CSM di riferimento in caso di urgenze.

2) Mail ricevute dal Sito Sogni e Bisogni

Anche per le mail veniva effettuata un’analisi delle domande e individuato il bisogno, secondo il suddetto schema a) b) c).
Una ulteriore possibilità di attivare reti di comunicazioni era costituita dal gruppo FB chiamato “Coronavirus: star bene a casa”, curato dalla redazione di Sognie Bisogni, in collaborazione con la presidenza del CUFO e con tutte le Associazioni che si sono resi disponibili.

3) Mail inviata da colleghi al gruppo di progetto

L’invio poteva avvenire anche da parte dei colleghi dei servizi di salute mentale che, monitorando pazienti con difficoltà rispetto all’isolamento, individuavano la necessità di un supporto da parte della rete delle Associazioni dei familiari come strumento per contrastarlo.

CARATTERISTICHE DELLA CONSULENZA PSICOLOGICA TELEFONICA AL CITTADINO

La consulenza psicologica telefonica si propone di individuare risorse personali, familiari e sociali che attraverso i processi di resilienza, favoriscano la capacità di coping, che si sviluppa attraverso la relazionalità e viene rinforzata dalla percezione di successo personale e di autoefficacia. La resilienza può essere articolata in almeno tre grandi competenze: la capacità di superare lo svantaggio e il rischio, la capacità di resistere allo stress e la capacità di ripresa dal trauma (Masten, Best &Garmezy, 1990).
Nei casi in cui se ne veda la necessità, la collaborazione con le Associazioni di familiari del CUFO offre una solida condivisione e collaborazione rispetto alla necessità di socializzazione (da remoto).
Nelle situazioni in cui si ravvisa la necessità, gli psicologi, oltre al loro intervento diretto, potranno provvedere al collegamento con altri Servizi del DSM-DP o con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta. Molto importante è stato il collegamento di rete e la collaborazione con il Programma Leggieri, gestito dalla Dott.ssa Annalinda Mosca e dagli Specializzandi in Psichiatria, che ha consentito un servizio di consulenza psichiatrica e supporto ai MMG.

ORGANIZZAZIONE SEDE E ORARI LINEA TELEFONICA di ACCESSO

SEDE: Sono stati messi a disposizione due locali, situati nella palazzina di Viale Pepoli 5, dotati di telefoni già attivi e di computer.
ORARI: dal lunedì al venerdì dalle 10 – 17

INFORMAZIONE SULL’INIZIATIVA: il progetto è stato pubblicizzato in tutti i servizi dell’AUSL e tramite volantini diffusi nelle aziende sanitarie bolognesi e sui relativi siti aziendali, oltre al Sito Sogni e Bisogni e relativa mailing-list ed interventi su stampa e media locali.

DATI: i dati di attività sono stati raccolti ed hanno alimentato il flusso regionale di monitoraggio delle attività di psicologia dell’emergenza.

Numero chiamate

Grafico Prla con noi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contatti via email dal sito “Sogni & Bisogni”: 23

A chi è stata fornita la consulenza                                   Totale
Altro                                                                                               1
Altro professionista (es. assistente sociale)                          5
Cittadino generico                                                                  250
Cittadino quarantenato                                                            15
Familiare di pz già in carico ai servizi                                    15
Familiare di quarantenato                                                          3
Familiare di ricoverato                                                                1
MMG/PLS                                                                                     6
Paziente già in carico ai servizi                                              93
Professionista sanitario                                                             9
Totale complessivo                                                                398

 

INTERVENTI                                                                         Totale
Altro                                                                                            44
Consulenza                                                                              159
Contenimento                                                                           30
Informazioni utili (tampone, ecc)                                          21
Intervento di rete                                                                      66
Non noto                                                                                      5
Normalizzazione                                                                        0
Psicoeducazione                                                                        0
Referring/invio altri Servizi                                                   157
Strategie di coping e riduzione stress                                    1
Supporto/comunicazione evento luttuoso                            0
Totale complessivo                                                               483

 



 

Marco Cavallo - simbolo della chiusura dei manicomi

La Terra Santa

...quando amavamo
ci facevano gli elettrochoc
perché, dicevano, un pazzo
non può amare nessuno...

Versi tratti da "La Terra Santa"
di Alda Merini
Una raccolta di poesie che l'autrice scrisse quando era rinchiusa nel manicomio Paolo  Pini, di Milano.

Scorciatoie

Sogni&Bisogni

Associazione Cercare Oltre

presso Istituzione Giancarlo Minguzzi
Via Sant'Isaia, 90
40123 Bologna
Codice Fiscale: 91345260375
email: redazione@sogniebisogni.it

Privacy&Cookies

Privacy Policy Cookie Policy