• Home
  • documenti
  • Articoli
  • Una Barca Blu approda a Bologna per accogliere i familiari delle persone autistiche

Una Barca Blu approda a Bologna per accogliere i familiari delle persone autistiche

aggiornato al | Staff | ARTICOLI

intervista a cura di Federico Mascagni con Marialba Corona, presidente di ANGSA Bologna

Ci potresti spiegare cos'è ANGSA?

L'Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (ANGSA) è nata nel 1985 per difendere i diritti delle persone con autismo e delle loro famiglie. Essa è costituita da genitori, familiari e tutori di persone nello spettro autistico. L'ANGSA interviene a livello nazionale affrontando tematiche di interesse generale nelle aree sanitarie e sociali di interesse politico, legislativo, amministrativo e di ricerca biomedica. Opera anche a livello locale fornendo supporto e servizi tramite le sue unità territoriali.

Articolo blu barca

Fra queste vi è ANGSA Bologna ETS APS che mi onoro di rappresentare, che partecipa a comitati, consulte, tavoli tecnici inter associativi e tavoli inter istituzionali in materia di disabilità e disagio sociale, organizza eventi formativi (convegni e seminari) rivolti a operatori del settore, insegnanti di ogni ordine e grado, educatori professionali, volontari e genitori di persone con autismo; conduce gruppi di auto mutuo aiuto rivolto a genitori in condizioni di necessità e aperto a operatori e volontari. Ricerca di risorse finanziarie e redazione, organizzazione ed esecuzione di progetti di sostegno e di trattamento educativo rivolti a persone con autismo e di sollievo per le loro famiglie; promozione della tematica della tutela, della cura e dell'assistenza alle persone con autismo in età adulta (una problematica destinata ad aggravarsi in conseguenza dell'invecchiamento parentale). Progetti per bambini adolescenti e adulti. Ci tengo a precisare che tutti i servizi e i supporti dei soci e dei volontari di ANGSA Bologna sono offerti prevalentemente a titolo gratuito; in alcuni casi può esser richiesto un minimo contributo per le attività e per l'assicurazione civile e gli oneri minori.

È anche importante chiarire che i progetti sono attuati mantenendo sempre un rapporto 1 a 1 (cioè di un educatore professionale per ogni persona con autismo) e l'educatore professionale è di norma scelto liberamente dalla famiglia. Se la famiglia non ha nessun educatore di fiducia, ANGSA Bologna sceglie l'educatore specializzato che prima di iniziare qualsiasi attività andrà a conoscere il bimbo/ragazzo.

Abbiamo la pagina facebook: Angsabologna e il sito www.angsabologna.it (in costruzione un nuovo sito) e la nostra mail: angsabologna@gmail.com

Perchè nasce la Barca Blu e a quali esigenze risponde?

La storia della nostra sede è molto lunga e nota. Sono anni che riceviamo i genitori che ci vogliono conoscere nei luoghi più disparati: dai bar sparsi per tutta la città metropolitana o andando a domicilio. Già la precedente presidenza aveva lavorato per avere una sede e anche noi sono ben più di quattro anni che combattiamo per uno spazio nostro. Ci sono state molte promesse in questi anni, proposte non andate a buon fine e anche tante persone che ci hanno sostenuto in questa lotta che ringraziamo. Poi finalmente ci hanno mostrato la barca e nonostante fosse tutta da rifare abbiamo visto i grandi spazi che potevano essere molto funzionali per i nostri bambini e ragazzi e abbiamo accettato.

Quindi durante il Covid abbiamo lavorato sodo. Ci siamo trasformati in imbianchini, falegnami, facchini, e a parte il rifacimento dei due bagni, arredi cucina e palestra offerti da fondazioni club Lyons e associazioni, ci siamo arrangiati e siamo molto orgogliosi del risultato. Cominceremo una bellissima formazione per reclutare nuovi educatoti in ottobre e laboratori pomeridiani per autismo finanziati dal gruppo dei club Rotary Felsinei.

La sede è stata assegnata dal Comune di Bologna in comodato gratuito, al quartiere barca. Questo stabile è composto da un piano terra dove c'è un negozio e un piano superiore dove abbiamo 4 ampie stanze di circa 30 metri quadri, due bagni, una doccia, una cucina, una stanza per i progetti culinari e tre stanze per i nostri uffici.
Questo sarà un luogo dove i bambini svolgeranno attività varie e le famiglie potranno avere un punto di incontro e di informazione.

Cosa nascerà alla Barca Blu?

Nascerà uno sportello autismo per aiutare tutte le famiglie ed indirizzarle in tutte le pratiche (visite invalidità, norme e regolanti legge 104, trattamenti consigliati ecc. Ci sarà anche uno sportello Legale a sostegno dei diritti delle nostre famiglie). Si farà formazione in sinergia con il Comune di Bologna concordando i bisogni. Siamo stati accreditati dal MIUR per corsi di formazione. Questo servirà ad incentivare la partecipazione di insegnanti ed educatori.

Una biblioteca di testi sull'autismo accessibile a tutti. Negli anni abbiamo raccolto testi dei maggiori autori e studiosi nel mondo e sarebbe utilissimo avere un luogo unico di raccolta dove poterli consultare anche on line.

Una stanza di materiali didattici educativi dove le famiglie portano i materiali non più adatti per i propri figli e ne ritirano altri adeguati alle loro esigenze. Assistenza alle famiglie in difficoltà e straniere per l'uso di detti materiali con progetti pratici in piccolo gruppo dove il genitore può sperimentare il materiale assieme al figlio.

Una stanza informatica (pc fissi e tablet) materiale già in nostro possesso ricevuto in donazione.

Una palestra dove i piccoli potranno fare percorsi di motricità e gioco strutturato. Avranno accesso piccoli gruppi di bambini per fare progetti di autonomia come autonomie in mezzo alla gente (autobus, educazione stradale, educazione in luoghi pubblici), autonomie in appartamento, come cucina, autonomie personali (doccia, denti, capelli, ecc). Progetti didattici in aula materiali educativi o in aula informatica, ore pomeridiane di dopo scuola e laboratori vari.

Poi ci saranno i progetti estivi. E il mutuo aiuto per le famiglie. Da anni vengono fatti gruppi di mutuo aiuto ma le presenze vanno in calo essendovi problemi per usufruire dei permessi della legge 104 specialmente per genitori che lavorano in ditte private. Si pensava di fare gruppi serali per poter permettere a tutti i genitori la partecipazione e la condivisione di questi momenti.

Creeremo anche momenti di relax serali per mamme e papà con corsi di yoga e corpo libero. Ancora c'è tanto da fare. Stiamo lavorando e speriamo di essere operativi già da metà settembre.

Avremo bisogno di tanti volontari e facciamo un appello a chi si vuole mettere in gioco con noi.

State dimostrando di essere un'associazione molto efficiente, non solo per i servizi che offrite, ma anche nella cura della comunicazione, nelle relazioni e nelle raccolte fondi. Quali consigli ti sentiresti di dare alle altre associazioni della Salute Mentale?

Direi che per ora abbiamo sempre fatto tutto in casa e in modo molto artigianale. Tutte le raccolte fondi e donazioni sono sempre state destinate (come figura dai nostri bilanci) a progetti rivolti a piccoli adolescenti e adulti e per ora non abbiamo mai pagato professionisti per siti e comunicazione. Abbiamo avuto fondazioni che hanno creduto in noi ed è stata una fiducia guadagnata con anni di lavoro.

Non crediamo di dover insegnare nulla alle associazioni della Salute Mentale che ci sembrano ben organizzate, anzi da molte associazioni abbiamo da imparare. Come già detto in ANGSA Bologna lavorano quasi esclusivamente i genitori e ci dovremo rimodulare vista la crescita degli associati. Avremo bisogno noi di consigli su comunicazione e raccolte fondi!




 

Marco Cavallo - simbolo della chiusura dei manicomi

La Terra Santa

...quando amavamo
ci facevano gli elettrochoc
perché, dicevano, un pazzo
non può amare nessuno...

Versi tratti da "La Terra Santa"
di Alda Merini
Una raccolta di poesie che l'autrice scrisse quando era rinchiusa nel manicomio Paolo  Pini, di Milano.

Scorciatoie

Sogni&Bisogni

Associazione Cercare Oltre

presso Istituzione Giancarlo Minguzzi
Via Sant'Isaia, 90
40123 Bologna
Codice Fiscale: 91345260375
email: redazione@sogniebisogni.it

Privacy&Cookies

Privacy Policy Cookie Policy