Il faro


Il Faro nasce nel 2006, da un’idea di Fabio Tolomelli e Cristina Cavicchi. All’inizio non è che un fascicoletto di poche pagine e pochissime pretese, ma ha una grande ambizione: dar voce a chiunque abbia voglia di scrivere e in particolare a chi soffre di disagio psichico. Col tempo cresce ed ottiene sempre maggiore attenzione e apprezzamento.

Nel 2013/14, viene ‘adottato’ dalle associazioni Il Ventaglio di ORAV, I Diavoli Rossi, Spazio e Amicizia e grazie a un progetto finanziato dalla Fondazione del Monte, fa un grande salto di qualità: Il nuovo Faro viene registrato presso il Tribunale di Bologna e, pur conservando la sua peculiare identità di periodico a tema, aperto al contributo di tutti, esce rinnovato nell’aspetto, grazie al restyling progettato e realizzato nell’ambito di un corso di grafica seguito da cinque redattori addetti all’impaginazione.

Ogni numero viene realizzato dall’a alla z dai redattori, poi viene stampato in mille copie dal Centro stampa dell’AUSL di Bologna, che ne cura la distribuzione in tutti i luoghi della psichiatria. La redazione invece si occupa della diffusione all’esterno (biblioteche di quartiere, centri sociali, istituzioni del territorio…), e lo diffonde online mediante un vasto indirizzario e-mail e il sito ilnuovofaro.altervista.org in cui sono reperibili tutti i numeri usciti.

I redattori si riuniscono due volte al mese, per portare i propri contributi e per visionare il materiale che arriva da singoli autori e da gruppi di scrittura. Si tratta di testimonianze, racconti, poesie, resoconti, recensioni, approfondimenti, in prevalenza scritti da persone seguite dai servizi di salute mentale, ma anche da qualche familiare, operatore, cittadino.

Dal 2018 si tiene inoltre il gruppo di studio autogestito chiamato “Faro cultura”, il mercoledì pomeriggio nell’aula CUFO di viale Pepoli 5. I temi affrontati vanno dalla storia alla filosofia, dalla letteratura all’arte. Attualmente si studia anche un po’ di spagnolo.

Chi desidera proporre i propri scritti, inviare saluti, commenti, proposte, o concordare un appuntamento con la redazione, può inviare una e-mail alla segreteria su nuovofaro@gmail.com oppure contattare Lucia 3408965110 o Concetta 3486555071 o qualsiasi redattore di sua conoscenza.

Al seguente link l'ultimo numero del faro: Faro N. 1 di Aprile 2020 - "Le stagioni"