Alimentazione e Salute Mentale: un libro in uscita

a cura di Federico Mascagni

Il 14 novembre uscirà nelle librerie “Alimentazione e Salute Mentale: Sperimentazioni, insegnamenti e nuove evidenze per integrare le terapie oggi disponibili” di Marie-Françoise Delatour. 

 

Cover libro Alimentazione Salute Mentale 2

La presidentessa del Comitato Utenti Familiari e Operatori della Salute Mentale (CUFO) di Bologna e dell’Associazione “Cercare Oltre - Sinergie per la Salute Mentale ha deciso di raccogliere e rendere pubbliche le ricerche che da tempo compie attraverso la consultazione di esperti nutrizionisti seguendo una direzione olistica, che tenga conto di tutte le sperimentazioni che si stanno effettuando.

Questa pubblicazione coraggiosa nasce non solo dalla curiosità dell'indagine, ma soprattutto dall’amore nei confronti di chi soffre di disturbi mentali, nella consapevolezza antichissima che il farmaco primo è innanzitutto l’alimentazione. “Perché un corpo intossicato, con i “filtri intasati” e le “gomme sgonfie” non è nemmeno ricettivo alle cure classiche o alle psicoterapie” come si legge dalla quarta di copertina. E ancora “Frutto di un’ampia sperimentazione triennale, condotta a Bologna da un gruppo di associazioni di familiari legati alla salute mentale assieme con il Dipartimento di Salute Mentale dell’AUSL, questo libro costituisce una guida concreta per tutti i pazienti, per le famiglie e per gli operatori del settore. Da casa o dalle residenze, attraverso un’alimentazione finalizzata, si possono integrare le terapie classiche con risultati che, in alcuni casi, hanno dimostrato di portare anche a ridurre in modo significativo il ricorso agli psicofarmaci.”

Ad aver reso possibile questa indagine che percorre strade alternative è stata anche la grande disponibilità del dottor Angelo Fioritti Direttore del Dipartimento di Salute Mentale- Dipendenze Patologiche di Bologna, consapevole che i disturbi mentali vanno affrontati da quante più angolazioni possibili. “Sappiamo da diverso tempo che lo stile di vita, la sedentarietà, il fumo, l’uso di alcolici e sostanze, l’alimentazione sono i principali fattori determinanti la ridotta aspettativa di vita delle persone con disturbi mentali, in un intreccio abbastanza complesso ma evidente con le prescrizioni di farmaci e i loro effetti collaterali, soprattutto metabolici e cardiovascolari." scrive nella prefazione il dottor Fioritti. “Questo libro costituisce uno strumento molto utile per chi sia sufficientemente motivato a iniziare una ricerca personale, non standardizzata e non prescrittiva, per identificare e seguire l’alimentazione più appropriata per il proprio benessere fisico e mentale.” E sottolinea uno dei miti da sfatare “In tutto il libro si parla poco o nulla di calorie, una trappola mortale per molti che entrano nei circuiti dietologici tradizionali e che quasi mai riescono a portare a termine (con frustranti senso di colpa) le prescrizioni.

In questo libro troverete fra i vari argomenti: lo sviluppo (spesso drammatico) nella nostra alimentazione negli ultimi cinquant’anni, concetti quali la disintossicazione e disinfiammazione, il riequilibrio delle funzioni degli organi interni con il cibo, i nutrimenti per il sistema nervoso e per il sistema endocrino, le associazioni alimentari e l’equilibrio dei pasti, la rassegna delle proprietà e delle controindicazioni dei vari cibi rispetto alla salute mentale, alcune ricette per stare bene con la mente e le sperimentazioni condotte a Bologna.

Per informazioni: info@pendragon.it      tel. 051 267869