Le stanze per stimolare e rilassare

A cura di Antonio Marco Serra

Iniziano a prendere piede anche in Italia, all’interno dei Servizi Sanitari, le cosiddette sale di stimolazione multisensoriale (in paesi come la Germania, esse sono già molto diffuse).

[Leggi tutto]

Mauro: adesso in casa mi sento anche più in alto che al settimo cielo

Mauro è una delle persone che ora sta in una casa del progetto Housing First. Alcuni redattori di Psicoradio sono andati a trovarlo e lo hanno intervistato.

Io vivevo per strada, dormivo in macchina, il problema era quello. Poi ho conosciuto delle ragazze, perchè facevo e faccio il volontario all'AUSER. E loro insistevano, insistevano, perchè andassi a dormire al dormitorio; quando poi ho avuto una disgrazia che mi ha portato via la macchina, allora ci sono andato.

Psicoradio: Perchè non le piaceva l'idea di andare a dormire in un dormitorio?

C'erano troppe persone, magari buonissime persone, però non mi piaceva la moltitudine.

[Leggi tutto]

Un futuro, comunque

Intervista di Psicoradio a due ex internati nell’OPG di Barcellona Pozzo di Gotto

Oggi che gli OPG, gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari, stanno per essere definitivamente superati, vogliamo ricordare quelli che erano chiamati “manicomi criminali” attraverso la voce di due persone che sono state internate in quello di Barcellona Pozzo di Gotto. Quando hanno parlato con Psicoradio erano  ospiti in una comunità, sempre a Barcellona Pozzo di Gotto

Filippo (nome di fantasia) viene dalla provincia di Firenze, e ci racconta la sua “storia brutta”, come dice, iniziata con una serie di abbandoni. E’ una storia lunga che inizia quando, a tre mesi, è stato abbandonato dalla madre ed è finito in un orfanatrofio; poi è stato adottato dai nonni, ma ben presto, a cinque, anni è stato mandato in collegio dove è rimasto fino a quando ne avevo dodici.

[Leggi tutto]